Evitare l’approccio “io so come si fa”

Proteggere il sistema (l’azienda, l’organizzazione, il proprio team) è un obiettivo importante per evitare che si danneggi quando questo riceve fattori di stress

Proteggere spesso però si traduce nella creazione di barriere che impediscono alle perturbazioni di entrare in contatto con il sistema stesso. Questo ha l’impatto negativo di ridurre la naturale tendenza dei sistemi complessi di allevare un sistema immunitario adattativo ed evolutivo. Il sistema immunitario di un organismo vivente (e per estensione di una organizzazione) sono essi stessi sistemi antifragili, in grado difendere l’organismo vivendo, evolvendo, sopperendo e cambiando.

Un sistema immunitario applica una forma di antifragilità forte (vedi). La iperprotezione spesso passa dal proteggere il sistema creando barriere (che sono robuste non antifragili) che tutelano fino a un certo livello di stress, ma al tempo stesso fanno scomparire gli anticorpi interni del sistema (che se non sollecitati perdono di utilità).

Una gabbia, per quanto dorata, è sempre una gabbia: indebolisce chi ci vive e prima o poi potrebbe comunque rompersi, rivelando la debolezza del sistema interno.